“La forza di un’azienda è nelle sue risorse e il Gruppo Immobiliare Progedil ha il privilegio di poter contare su persone che sanno essere eccellenti, non solo dal punto di vista dei risultati ma anche nell’atteggiamento e nell’approccio, sia nei confronti della professione che del team”.
Con queste parole Marco Barile ha accolto favorevolmente la chiusura del primo semestre 2017 annunciando i nomi di coloro che si sono distinti in ognuna delle divisioni del gruppo.

La palma d’oro come migliore agenzia è andata alla sede di Pomezia. “Determinazione, impegno costante e sapersi porre degli obiettivi giornalieri”. Sono stati questi i punti di forza dell’agenzia secondo il responsabile Daniele Pizzuti, che spiega “il nostro staff è composto da sei persone, è importante essere uniti e lavorare in maniera coesa, ora l’obiettivo del secondo semestre è migliorare ancora di più nel coordinamento interno e nella gestione del rapporto con la clientela”.

In questa foto Giuseppe Scarola Un plauso deve essere fatto anche alle agenzie dei Castelli Romani, di Torvajanica e alla filiale di Porta di Roma, che hanno fatto nel primo semestre un percorso veramente interessante, oltre alle agenzie di Ponte di Nona e Torrevecchia, ormai capisaldi della rete.
Tra i team manager, il migliore per i risultati ottenuti è stato Giuseppe Scarola, in Progedil dall’aprile 2010 con un breve passaggio iniziale come consulente.

“L’importante traguardo che abbiamo tagliato è sicuramente frutto del lavoro del team e della serietà di tutte le persone che seguo. Sono proprio loro, infatti, a rappresentare il successo di un buon ‘gioco di squadra’. Ho lavorato molto innanzitutto su me stesso per raggiungere questa coesione. Ciò che veramente mi renderebbe felice – conclude Scarola – sarebbe crescere internamente portando con me anche il mio gruppo”.

In questa foto Leonardo Pontoni Il miglior agente senior è stato invece Leonardo Pontoni, da quattro anni in Progedil, prima come neofita e poi come consulente. “Devo questo risultato al desiderio di impegnarmi e migliorarmi quotidianamente, sia nei rapporti personali con i clienti che all’interno dell’ufficio.
Sono grato all’azienda per la fiducia che ripone nei miei confronti e per il senso di appartenenza a una famiglia che trasmette. Il continuo sostegno e il coinvolgimento nelle attività del

gruppo rappresentano degli strumenti che offrono lo sprint verso l’eccellenza”.

“Siamo consapevoli di quanto la casa sia il bene primario di chi si approccia a noi e, per questo motivo, cerchiamo di capire quali sono le loro aspirazioni e desideri. I clienti apprezzano il nostro approccio umano e, in particolare, si fidano di noi perché ci facciamo carico del loro progetto di vita”.

In questa foto Pierfilippo Taucci Ad appena un anno e due mesi dal suo ingresso nel gruppo, Pierfilippo Taucci si è distinto come il miglior consulente. “I punti di forza indispensabili per eccellere nel primo semestre sono stati indubbiamente la costanza e l’impegno, insieme a una fondamentale e preziosa formazione da parte dei responsabili. L’aspetto del nostro lavoro a mio avviso più coinvolgente risiede nel fatto che le persone si fidano di te, lasciano che tu gestisca il loro bene materiale più importante”.

 

“Sapere di poter contare su un grande gruppo come Progedil ha rappresentato un fattore fondamentale. Il mio prossimo obiettivo, ora, è continuare ad apprendere tutte le sfaccettature del settore e del mercato, proseguendo nel percorso di crescita all’interno del mio team e dell’azienda”.
In questa foto Augusto Moresi Anche il migliore tra gli agenti di cantiere, Augusto Moresi, si è distinto a pochi mesi dal suo arrivo. Da dicembre in Progedil, Moresi spiega che la chiave per raggiungere un risultato importante è tutta nella passione, quella che si sente e quella che si riesce a trasmettere.

“Amo molto ciò che faccio e cerco di contagiare i clienti con il mio entusiasmo. Quando una persona o una famiglia si rivolgono a noi della cantieristica, dobbiamo fare in modo che possano vedere quello che ancora è su carta, li prendiamo per mano e li portiamo idealmente all’interno dell’edificio, anche quando ancora non è stato costruito.

In questo modo, il cliente si innamora e capisce che ha davanti la realizzazione di tutto ciò che aveva cercato.

“Quando visitiamo un terreno ancora da edificare, è importante illustrare lo sviluppo dell’area con le giuste competenze, bisogna immedesimarsi con loro in una situazione che in quel momento non esiste. Progedil propone soluzioni di qualità superiore e questo ci offre una marcia in più, ma solo con la passione è possibile trasferire tutto questo”.
“Il mio amore verso questo lavoro deriva anche dalla soddisfazione che provo quando i clienti mi manifestano la loro felicità e si emozionano, a volte piangono per la commozione”.

“Insieme ai nomi di coloro che hanno raggiunto risultati eccellenti – aggiunge Barile -, spiccano anche quelli di coloro che all’eccellenza sono arrivati veramente molto vicini come, ad esempio, i team manager Rino Buonuomo e Daniele Campioni, gli agenti senior come Mirko Sano e Roberto Guastalegname e i consulenti Paolo Gobbini, Daniele Fabbri e Mario Moroni”.

“Non possiamo che sottolineare anche il grande impegno profuso da alcuni neofiti che si sono certamente contraddistinti – conclude Barile – come Ivan Ippone e Alessandro Cavalieri D’Oro, ai quali viene fatto il più sincero in bocca al lupo per il loro futuro”.

Sei nella categoria: News del Gruppo
Condividi la pagina